CASALNUOVO – Un bagno di folla nella parrocchia della Visitazione di Tavernanova ha atteso  l’arrivo dell’Arcivescovo metropolita di Napoli Domenico Battaglia (conosciuto come Don Mimmo – ndr) che ha presieduto la solenne concelebrazione nella quale ha sancito la presa di possesso canonico da parte di Don Giacomo Equestre.

Durante la messa si è svolta la cerimonia cattolica, funzione di natura legale nelle sue forme ma che indica la missione svolta dal sacerdote di pastore dei fedeli della comunità parrocchiale a lui affidata dall’Arcivescovo segno della presenza di Gesù buon pastore da cui deriva il mandato di guida affidato al titolare della chiesa diocesana che affida la cura particolare dei fedeli ai sacerdoti titolari delle parrocchie.

Una cerimonia emozionante contornata dal folto coro della parrocchia che ha accompagnato la funzione religiosa alla quale hanno preso parte autorità civili, militari e religiose di benvenuto a Don Giacomo Equestre, 45enne casalnuovese cresciuto nella Parrocchia San Giacomo con Don Peppino Ravo.

Don Mimmo Battaglia, rivolgendosi al neo parroco nell’omelia «don Giacomo la tua comunità sia casa per alcuni, madre per tutti e sorella discepola della fragilità»

 «Stasera la nostra comunità parrocchiale ha vissuto un momento di grazia – le parole di Don Giacomo Equestre  – per il mio possesso canonico abbiamo avuto la gioia di avere in mezzo a noi l’Arcivescovo Don Mimmo Battaglia, che ci ha fatto dono di parole che accarezzano il cuore. Nel concludere la sua omelia, ha consegnato, a me e a tutta la comunità parrocchiale, il programma pastorale con queste parole. Grazie don Mimmo, a nome di tutta la comunità, per le tue parole e per il tuo esserci».

FOTO DI ANGELO CANNAVACCIUOLO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *