PORTICI – Si respira aria di elezioni primaverili nel Comune di Portici, gli abitanti della cittadina vesuviana dovranno stabilire, nella tornata elettorale di giugno, chi sarà il prossimo Sindaco per il quinquennio dal 2022 al 2027.

Per sostenere il Primo Cittadino uscente Enzo Cuomo, scenderà in campo con una lista civica il giovanissimo Giovanni Bamundo. Il ragazzo è il presidente dell’associazione “Centro Storico Portici”, filo conduttore tra le istituzioni cittadine e i commercianti.

Associazionismo e voglia di fare saranno le chiavi di Bamundo per portare in Consiglio Comunale la voce dei commercianti, rendendo l’intera Portici un vero centro attrattivo mediante lo sviluppo del mercato locale.

Il candidato ha ufficializzato l’inizio della sua esperienza politica affermando: << Vogliamo portare le nostre battaglie in consiglio comunale. Voglio essere la voce dei commercianti in comune riuscendo a incrementare il commercio locale e risolvere i problemi esistenti. Penso all’asse mercatale, al corso Garibaldi dove ormai si vive solo di street food. Dobbiamo riuscire a rendere Portici nuovamente una città dello shopping in maniera districata. Gli unici centri commerciali “naturali” sono il viale Leonardo Da Vinci e via Libertà, mentre è carente la situazione nelle altre zone della nostra città. Intendiamo mettere in essere una serie di iniziative finalizzate a valorizzare tutte le aree di Portici >>.

Giovanni Bamundo ha carattere e le idee chiare per farsi da pioniere del vento di cambiamento nella cittadina della Reggia, forte del sostegno anche del vicesindaco uscente con delega al commercio Fernando Farroni, che ha speso solo parole di stima per il neo candidato: << Sono convinto che lo straordinario lavoro che Giovanni Bamundo ha portato avanti in questi anni possa essere un valore aggiunto per la futura amministrazione comunale. In questo modo si creerebbe una vera e propria rete tra istituzioni e commercio che servirà a produrre migliorie per imprenditori e per i cittadini intenzionati a spendere a Portici >>.

Un rappresentante che faccia echeggiare in Comune la voce dei lavoratori onesti di tutti i giorni. Giovanni Bamundo è il tassello mancante che renderebbe Portici, in caso di trionfo elettorale, una città più unita.

Di Bruno Aiello

Sognatore sociale figlio della generazione Z. Studente di Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa. Provo sempre ad essere la miglior versione di sé stesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.