NAPOLI – Momenti di tensione e paura stamane a san Giovanni a Teduccio dove un immigrato è stato ferito alle gambe da colpi di pistola esplosi da un militare della Guardia di Finanza.
La sparatoria è avvenuta in via 2 giugno. Un immigrato avrebbe minacciato i passanti con un coltello e una pistola risultata essere poi arma giocattolo.
Sarebbe intervenuto anche un finanziere che ha sparato colpendo l’uomo alle gambe. Indagini della Guardia di finanza in corso.
Sul posto, è intervenuta una pattuglia del 118, il ferito è stato trasportato all’Ospedale del Mare. Qui, avrebbe colpito l’infermiere con un pugno al volto e ha spintonato l’autista, forse nel tentativo di scappare dal Pronto Soccorso temendo l’arrivo delle forze dell’ordine.

“Mentre il Ministro Lamorgese annuncia che nella sola città di Napoli il crimine è aumentato nel 2021 del 15% assistiamo all’ennesima campagna surreale per far uscire dal carcere quanti più criminali possibile con la scusa del covid. Ormai come dimostra questo ennesimo episodio siamo alle sparatorie quotidiane per strada e in pieno giorno, a gente che si ammazza per nulla, all’ascesa dei nuovi boss sanguinari che sui nostri territori in alcuni casi hanno anche meno di 18 anni. Una deriva criminale che colpisce soprattutto le persone perbene e gli innocenti. La situazione è palesemente fuori controllo e servono azioni forti non “pannicelli caldi” dichiara il consigliere regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.