NAPOLI – Stupisce il dato sul Reddito di cittadinanza che interessa la città di Napoli.

Secondi i numeri erogati dall’Inps, la spesa per il reddito di cittadinanza per il capoluogo campano a marzo, è quasi uguale a quella dell’intero Nord Italia.

La misura, disposta dallo Stato italiano per ridurre il tasso di povertà e aiutare le famiglie, ha raggiunto vette altissime di beneficiari negli ultimi mesi. Questo contributo viene assegnato in base alla dichiarazione del reddito.

Sono 157.000 le famiglie partenopee che hanno usufruito del RDC o della pensione di cittadinanza nel mese di marzo, per un totale di 459.000 persone. Dati minori in proporzione se si considera l’intero nord Italia con 224.000 famiglie beneficiarie che corrispondono a circa 452.000 soggetti.

In valori economici, le somme erogate a marzo per il sussidio corrispondono a 102,2 milioni di euro per la città di Napoli e 109,7 milioni di euro per l’intero nord.

Gli assegni ricevuti dai nuclei famigliari ammontano in media a 550 euro.

Sono numerosi i furbetti che provano a beneficiare dell’importo attraverso l’omissione della dichiarazione di redditi da lavoro o della titolarità di autoveicoli, navi o motoveicoli.

Per questi motivi, da gennaio a marzo 2021, il RDC è stato revocato con il recupero delle prestazioni indebitamente erogate a oltre 38.000 nuclei famigliari.

La Regione Campania, secondo l’Inps, sarebbe in testa la classifica di spesa fornita dallo Stato, attestandosi al 22% dell’importo totale erogato, seguita dalla Sicilia con il 20%, dal Lazio con 10% e dalla Puglia con il 9%.

Di Bruno Aiello

Sognatore sociale figlio della generazione Z. Responsabile della redazione per l'emittente televisiva regionale CanaleUno. Studente di Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa. Provo sempre ad essere la miglior versione di sé stesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *