NOLA – Gli agenti del Commissariato di Nola hanno arrestato nella notte Luigi Tarufi, 41enne con precedenti di polizia, per violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale.
L’uomo, non fermatosi al posto di blocco delle autorità nel Comune di Nola, si è dato alla fuga dando vita ad un inseguimento tipico dei più grandi film polizieschi.

L’episodio inusuale è partito in via Vittorio Veneto, dove gli agenti stavano effettuando un controllo di routine del territorio, quando hanno indicato all’uomo nell’automobile di fermarsi. L’ordine delle autorità è stato del tutto ignorato e la vettura ha proseguito la propria corsa a tutta velocità dando vita ad un animato inseguimento terminato in via Parrocchia.
L’uomo ha abbandonato l’automobile continuando la fuga a piedi, per poi essere fermato successivamente ad una colluttazione con gli agenti.
Il conducente è accusato inoltre di essere alla guida di un’automobile sotto sequestro amministrativo e sprovvisto di patente revocatagli in precedenza e di aver compiuto manovre pericolose per la circolazione stradale.
Il 41enne, essendo stato trovato in possesso di un telefono cellulare, ha violato ancora la misura dell’avviso orale a cui è sottoposto, con l’aggravante di possedere e utilizzare apparati di comunicazione radiotrasmittenti.

Si rafforzano, sotto indicazione della Regione Campania, i pattugliamenti effettuati dalle forze dell’Arma per sanzionare coloro che non rispettano le disposizioni anti-Covid e compiono delle intransigenze al codice della circolazione stradale.

Di Bruno Aiello

Sognatore sociale figlio della generazione Z. Responsabile della redazione per l'emittente televisiva regionale CanaleUno. Studente di Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa. Provo sempre ad essere la miglior versione di sé stesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *