Torre Annunziata

Torre Annunziata – I Carabinieri del Comando Provinciale di Torre Annunziata hanno effettuato una serie di perquisizioni a tappeto. Le perquisizioni sono avvenute in blocchi di edifici posti nei luoghi di maggior interesse operativo.

Dipendente trasporta rifiuti speciali per seconda azienda

Questa mattina, nel Parco Penniniello di Torre Annunziata, i Carabinieri hanno sorpreso e perquisito ben 26 famiglie. Le famiglie sono legate da un vincolo lavorativo ad una ditta deputata alla raccolta dei rifiuti del comune stesso. I Carabinieri hanno identificato 96 individui mentre i veicoli controllati sono stati 44 veicoli.

Inoltre, durante lo svolgimento delle perquisizioni, i Carabinieri del Comando Provinciale di Torre Annunziata hanno fermato un dipendente della suddetta ditta. L’uomo trasportava illecitamente alcuni rifiuti. Questi non dovevano essere sul mezzo che guidava poichè dedicato alla raccolta dell’umido dell’intero comune. Leforze dell’ordine hanno fermato il dipendente dopo aver accertato che il trasporto prevedeva lo smaltimento di lana di roccia. Questa tipologia di materiale è usata, di solito, per la realizzazione di coperture.

Ad aggravare la condizione dell’uomo è stata la scoperta del suo trasporto di rifiuti speciali per un’altra azienda. Insomma, un dipendente che oltrepassa le regole della ditta principale per cui lavora per soddisfare le esigenze di un secondo datore di lavoro. Sono, ancora, in corso le indagini per scoprire quale sia la seconda ditta in questione.

I Carabinieri di Torre Annunziata denunciano 3 individui per furto elettrico e guida senza patente

Al termine dell’operazione, i Carabinieri di Torre Annunziata hanno denunciato altre tre persone. Tra queste, un individuo per furto di corrente elettrica e altri due per guida senza patente. Nello specifico, il primo aveva manomesso il proprio contatore per ridurre i consumi. Per gli altri due, invece, è un’abitudine con recidiva nel biennio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.