Casalnuovo di Napoli – Il Sindaco di Casalnuovo di Napoli Massimo Pelliccia ha sospeso le attività del Terzo Circolo Didattico al Parco Leone di Tavernanova per diversi casi di positività tra alunni e insegnanti.

E’ arrivata in redazione la segnalazione di una mamma che scrive:

“Spett.le Canale Uno Tv,
Le scrivo perché nella giornata del 25 aprile il Sindaco Massimo Pelliccia scriveva in un suo post Facebook che la scuola, terzo circolo Madre Teresa di Calcutta veniva chiusa per casi di positività nelle classi dell’infanzia.
Volevo per correttezza di notizie, aggiungere quanto segue:
mio figlio si trova nella seconda Sez. H della primaria in cui c’è un caso di positività e per questo la classe si trova in quarantena.
Tra amici e parenti sono a conoscenza che nelle seguenti classi si sono verificati casi di positività e per questo le classi sono in quarantena .
Terza E – Quarta E – Quarta F – Sezione P infanzia – Sezione R infanzia

Inoltre, nei giorni scorsi le notizie correvano su bambini che probabilmente erano positivi senza avere notizie certe e precise. Nonostante i genitori fossero a conoscenza di questa probabilità, avendo altri figli in altre classi attenendosi al protocollo hanno portato gli stessi a scuola, senza rifarsi alla logica e al buon senso, provocando così una catena infinita e intrecciata di possibili contagi. Anche se la scuola deve accettare in classe i fratelli delle persone a contatto con i positivi , perchè contatti indiretti, questa cosa ha generato la situazione di oggi. Questa mancanza di buonsenso ha richiesto la decisione di ieri di chiudere la scuola e spero che a questo punto resti chiusa fino alla fine dell’anno. Umilmente ho fatto sentire il mio pensiero, grazie per avermi ascoltata.

Roberta Bozza“.

Di Bruno Aiello

Sognatore sociale figlio della generazione Z. Responsabile della redazione per l'emittente televisiva regionale CanaleUno. Studente di Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa. Provo sempre ad essere la miglior versione di sé stesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *