L’Europa ritorna nello spazio

Roma, 9 lug. (askanews) – Il razzo europeo Ariane 6 ha completato con successo il suo primo decollo. Ci vorrà ancora un po’ di tempo per analizzare tutti i dati e accertarsi che il motore Vinci riavviabile del terzo stadio funzioni correttamente, ma la parte più difficile è passata, scrive Afp.

Il razzo è partito, non ha distrutto la rampa di lancio né è esploso in volo. Da più di un anno l’Europa era completamente stata esclusa dell’accesso indipendte allo spazio, con il lancio dalla Guyana francese riparte la corsa.

Se completato correttamente, questo lancio aprirà nuove prospettive per lo spazio europeo ma anche per il Centro spaziale della Guyana, che punta ancora a un obiettivo di 30 lanci all’anno entro il 2030. Per quanto riguarda Ariane, quest’anno sono già previsti altri due voli, sei l’anno successivo e otto nel 2026. In definitiva, l’obiettivo è di effettuare dai 9 ai 10 lanci all’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *