Tra le criticità le richieste della Lega, verso stop su castrazione chimica

Roma, 25 giu. (askanews) – La maggioranza deve sciogliere alcuni nodi sul ddl sicurezza, a cominciare dall’emendamento della Lega sulla castrazione chimica su cui potrebbe arrivare uno stop. Il provvedimento, varato a novembre dello scorso anno dal governo, vede di nuovo rallentare il suo iter. Non si esclude, secondo quanto si apprende, che il via libera venga rinviato addirittura a settembre.

Questa mattina si è tenuta una riunione del centrodestra con il viceministro alla Giustizia Sisto (Fi) e i sottosegretari Delmastro (Fdi) e Molteni (Lega) dove sono emerse alcune criticità.

Nell’ufficio di presidenza delle commissioni che si è tenuto poco dopo i presidenti delle commissioni hanno proposto il rinvio dell’approdo in aula al calendario di luglio per non “stressare” i lavori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *