CASALNUOVO – La cittadinanza casalnuovese non arresta la battaglia di legalità sul territorio rivendicando maggiore sicurezza e controlli . La notizia è di qualche ora fa giunta dal Palazzo di Governo di Piazza del Plebiscito (sede della Prefettura di Napoli – ndr) dove una delegazione di cittadini ha depositato presso organi sovracomunali e quindi al Prefetto e Questore di Napoli il fascicolo con oltre 500 sottoscrizioni alla petizione cittadina tenutasi in città domenica scorsa 5 giugno in Piazza Siani (dove qualche sera fa rimane ferito alle gambe per una rapina, a colpi di arma da fuoco, un giovane di 19 anni – ndr) a Tavernanova, e nei pressi di Piazza Municipio a pochi metri dal luogo il cui il giovane Simone Frascogna rimase barbaramente ucciso nel novembre del 2020 alla sola età di 18 anni da alcuni coetanei e minorenni pure.

La petizione cittadina il cui chiaro messaggio sintetizza il grido di aiuto dei cittadini in quanto stanchi di una vivibilità compromessa anche da fatti di violenza, è promossa dalla locale emittente televisiva Canale Uno Tivù.

«La petizione è nata semplicemente per dare risposta alle decine di centinaia di richieste che quotidianamente arrivano in redazionele parole di Mario Pelliccia editore del network Canale Uno Tivùda parte di genitori disperati ed intimoriti. Non è nostra abitudine sostituirci alle Istituzioni o alle forze dell’ordine perché da ex carabiniere so quante difficoltà ci sono in un comando tenenza, ma di dare un supporto alle stesse e una risposta ai cittadini. In una sola giornata circa cinquecento consensi è un numero piuttosto cospicuo segno che la città ha sete di sentirsi al riparo e sicuri affidandosi a noi organi di stampa».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.