Vietati i falò in Campania

Saranno vietati i falò, campeggi, i bivacchi e qualsiasi forma di aggregazione durante la notte di ferragosto, tra il 14 e il 15, in gran parte delle spiagge campane. I sindaci di diversi comuni sul territorio regionale hanno preventivamente emanato delle ordinanze per scongiurare i possibili assembramenti tra i giovani.

In particolare i primi cittadini di Agropoli, Pozzuoli, Giugliano e Bacoli hanno promulgato delle disposizioni per preservare i litorali ed evitare la diffusione del Covid-19.

VIETATI I FALO’ DAL 14 AL 16 AGOSTO AD AGROPOLI

Il Sindaco di Agropoli, Adamo Coppola, ha emanato per il terzo anno consecutivo l’ordinanza che vieta l’accensione di fuochi e falò sugli arenili dal 14 al 16 agosto.

Il Primo Cittadino si è detto preoccupato per la facilità di trasmissione del virus e ha affermato: «Ferragosto è un momento di festa per stare con le famiglie e con gli amici, nei limiti e nel rispetto delle prescrizioni dovute alla pandemia. Non deve diventare un pretesto per dare sfogo all’inciviltà. Per questo motivo le nostre spiagge saranno off limits in orari serali dal 14 al 16 agosto. Festeggiamo ma in sicurezza e nel rispetto del decoro urbano e del litorale. Dobbiamo ricordare inoltre che l’emergenza Covid-19 è tuttora in atto e vanno evitate le occasioni di assembramento. Quando finirà la pandemia l’Amministrazione proporrà un progetto di valorizzazione del falò quale evento estivo, per mantenere la tradizione ma in sicurezza e nel rispetto delle spiagge».

OFF LIMITS LE SPIAGGE A POZZUOLI

Stessa prudenza mostrata dal Sindaco del Comune di Pozzuoli Vincenzo Figliolia, che ha disposto un provvedimento che vieta l’accesso alle spiagge libere del territorio dalle ore 21.00 del 14 fino alle ore 6.00 del 15 agosto. Vietati falò e assembramenti. Saranno previsti dei rigidi controlli su tutto il litorale durante il periodo di validità dell’ordinanza.

Le parole del Primo Cittadino: «Considerata l’usanza, diffusa soprattutto tra i giovani, di festeggiare l’arrivo del Ferragosto sulle spiagge e visto che siamo ancora in emergenza sanitaria, vogliamo in particolare evitare, così come abbiamo fatto lo scorso anno, che si formino rischiosi assembramenti».

VIETATA QUALSIASI MANIFESTAZIONE SUL LITORALE GIUGLIANESE

Pugno duro del Primo Cittadino di Giugliano Nicola Pirozzi che, pur permettendo l’accesso ai cittadini sulle spiagge libere, ha emanato differenti divieti da rispettare nella notte di ferragosto.

Il testo integrale dell’ordinanza dispone: <<Sulle spiagge libere ricadenti nel territorio del Comune di Giugliano in Campania è fatto divieto assoluto, dalle ore 21:00 del giorno 14 agosto 2021 alle ore 06:00 del giorno 15 agosto 2021:

  1. svolgere manifestazioni pubbliche e private e/o eventi aggregativi di qualsiasi tipo;
  2. installare tende e/o accampamenti di qualsiasi genere;
  3. emettere suoni o rumori oltre i limiti e al di fuori delle vigenti leggi e dei vigenti
    regolamenti;
  4. di accendere o tentare di accendere, con qualsiasi tipo di combustibile, fuochi e/o falò;
  5. di detenere e trasportare qualsiasi tipo di materiale, anche soltanto astrattamente idoneo
    all’accensione dei predetti fuochi e/o falò;
  6. di vendere, anche nella forma di vendita tramite distributori automatici, di somministrare e
    di consumare bevande in qualsiasi recipiente di vetro, ceramica o similari;
  7. in ogni caso, di consumare bevande alcoliche, in qualsiasi recipiente contenute;
  8. di depositare o abbandonare rifiuti di qualsiasi genere>>.

BACOLI BLINDATA PER PRESERVARE LE COSTE E I RAGAZZI

Josi della Ragione, Sindaco di Bacoli, ha spiegato dettagliatamente i motivi che lo hanno spinto a blindare le spiagge del Comune di amministrazione per l’intera notte del 14 agosto: <<È insopportabile ricordare cosa è accaduto lo scorso anno, la notte di Ferragosto, sui nostri arenili. Risse tra centinaia di persone, falò ovunque, decine di ragazzi in coma. Con sanitari e forze dell’ordine chiamati a fare gli straordinari per salvare la vita di tanti giovani. la mattina dopo, spiagge ridotte come discariche a cielo aperto. Basta. Non si può restare indifferenti. Non si può aspettare la tragedia, senza fare nulla. Lo scrivo da sindaco. Lo scrivo da padre. Per questi motivi, per prevenire una nuova notte di follia, ho firmato l’ordinanza che vieta l’accesso in spiaggia, su tutto il territorio di Bacoli, per la notte del 14 agosto. I litorali saranno controllati dalle forze dell’ordine. Sono vietati falò, utilizzo legna, carbonella. È vietato ogni forma di bivacco, campeggio. I trasgressori saranno denunciati e multati. Siamo felici che la nostra città sia visitata, vissuta, sempre da più persone. Ma bisogna averne rispetto, cura. In caso contrario, faremo l’impossibile per difenderla>>.

FALO’ ORGANIZZATI DAL COMUNE DI PAESTUM

Agirà in maniera differente il Comune di Capaccio Paestum che allestirà lungo le spiagge della città dei falò per garantire ai cittadini e ai turisti una possibilità diversa rispetto ai fuochi illegali. I falò saranno accesi su apposite piazzole monitorate da specialisti per tutta la durata dell’evento. L’amministrazione ha assecondato la tradizionale usanza per evitare l’inquinamento del litorale e permettere il rispetto delle normative anti-covid. I punti dell’iniziativa saranno collocati nella spiaggia adiacente lido Cinzia, tra lido Laura e lido Dum Dum, tra lido Kennedy e Chelys, tra lido Venere e lido Brigantino e tra lido Nettuno e lido Cerere.

E’ attesa nelle prossime ore invece la decisione in merito del Sindaco di Napoli Luigi de Magistris.

Anno differente ma stesso copione. Causa Covid ed irresponsabilità, Il ferragosto 2021 seguirà le stesse orme del blindato corrispettivo nel 2020.

Di Bruno Aiello

Sognatore sociale figlio della generazione Z. Studente di Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa. Provo sempre ad essere la miglior versione di sé stesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *